ACCETTIAMO BONUS VACANZE

I dintorni

Tra le coste del Mar Tirreno di Versilia e le vette del Parco delle Apuane,  dove la vista abbraccia dalla Costa Livornese alle Cinque Terre. Un’antichissima terra, prospiciente a siti archeologici dai nomi affascinanti, quelli del Parco Archeologico Naturalistico “Buca delle Fate”,  che denotano un’intensa frequentazione dell’uomo fino dagli albori della sua vicenda.

 

Certo è che gli uomini antichi sapevano scegliersi i luoghi incantati in cui soggiornare. E così dalla preistoria si giunge all’epoca romana, infatti  Corsanico sembra prendere il nome da quelle genti  “Anicii” coloni romani, che colonizzarono queste terre bonificandole e rendendole produttive. L’antica “curtis Anici” oggi Corsanico è una frazione del Comune di Massarosa nella provincia di Lucca.

 

Caratterizzata dalla sua Antica Chiesa dedicata a San Michele, di fondazione Longobarda, la prima citazione risale all’VIII secolo, rivela in alcuni suoi tratti lo stile romanico, e conserva un organo costruito fra il 1602 e il 1606 dal veneziano Vincenzo Colonna. Lo strumento e la sua storia sono strettamente legate a quella degli ultimi due secoli di Corsanico e della sua gente. Oggi l’Associazione Culturale “Amici della Musica d’Organo Vincenzo Colonna”, organizza le stagioni concertistiche estive  considerate fra quelle italiane di più alto livello ed ha assunto un valore riconosciuto anche sul piano internazionale.

 

Il tutto è avvolto fra le coltivazioni di vigna e di olivo, alcune specie di queste piante superano i mille anni e i terrazzamenti ricordano epoche antiche di sapiente equilibrio fra uomo e natura. Vigna e Ulivi fanno da cornice alla pianura “un vero e proprio giardino dell’Eden” strappato alle paludi ed oggi fertile di ortaggi e fiori famosi in tutto il mondo.

 

Ci si stupisce di quanto la posizione sia strategica, immersa in un paesaggio toscano, tranquillo e silenzioso, a soli  15 minuti dai caselli autostradali di Viareggio e Massarosa, che ci collegano facilmente alle Cave di Carrara, alle città d’arte  Lucca, Pisa, Firenze, ma anche alle spiagge della Versilia e 5 Terre.

 

Fra le curiosità della zona si segnalano LE CAMPANE DI TOSCA campane, si dice che il loro magico doppio a quattro, si diffondesse su tutta la vallata fino al Lago di Massaciuccoli e abbiamo ispirato Puccini che ha voluto  immortalarle in “Tosca”. Ancor oggi è possibile ascoltarle suonate a braccia come un tempo dai campanari del paese.